Energy Manager,professionista dell’efficienza energetica.Una risorsa per risolvere la problematica dei consumi eccessivi di energia


Energy Manager,professionista dell’efficienza energetica.Una risorsa per risolvere la problematica dei consumi eccessivi di energia

Network Great Estate Set 17, 2015 No Comments
header

Anna Monini-Partner Great Estate

Il Partner Energy Manager Anna Monini, specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni di efficienza energetica per usi domestici, aziendali e condominiali, come risorsa per risolvere la problematica dei consumi eccessivi di energia.

Oggi il risparmio energetico non è più solo un’opzione ma è un “obbligo” che tutti noi abbiamo sia verso la nostra azienda che nei confronti dei nostri figli e nipoti; l’efficienza energetica è un investimento che fa l’utente (sia esso privato che azienda); pertanto è opportuno valutare non solo gli aspetti tecnici ma anche quelli economico-gestionali.

Per Energy Management in azienda si intende l’uso attento ed efficace dell’energia per massimizzare il profitto (minimizzando i costi), migliorando la posizione competitiva dell’azienda.

Non si tratta quindi di rinunciare al livello di servizio che si ottiene con i vari dispositivi che consumano energia (e.g. illuminazione, HVAC, catena del freddo, apparati industriali, etc.). L’obiettivo è invece la minimizzazione dello spreco, ottenuta attraverso interventi su:
• Fonti di energia: scelta accurata delle forniture e azioni sulla auto-produzione;
• Consumi di energia: processi e comportamenti, apparecchiature e impianti.

La gestione dell’energia in azienda è affidata all’Energy Manager, che è il responsabile per la
conservazione e l’uso razionale dell’energia. Tale figura professionale è stata introdotta in Italia dalla legge 10/91 (6) per i soggetti (enti pubblici e privati) caratterizzati da grandi consumi.

I vantaggi che si ottengono affidandosi ad un Energy Manager sono:
– individuazione di un percorso ottimale e sostenibile di miglioramento;
– riduzione di costi e consumi energetici;
– migliore conoscenza e controllo dei flussi energetici;
– contenimento delle emissioni di gas serra;
– miglioramento dell’immagine aziendale.

Innanzitutto vi è un problema diffuso di consumi elevati. Molte aziende lamentano costi energetici elevati, con valori paragonabili all’utile aziendale. Un intervento di riduzione nei costi energetici (ad esempio del 10%, 15%) comporta quindi spesso un miglioramento dell’utile aziendale della analoga entità percentuale.

Vi sono molti sprechi, stimabili normalmente attorno al 30%, con situazioni tuttavia che vanno
ben oltre tale entità. I motivi sono da ricercare principalmente nella scarsa efficienza di impianti e componenti e negli usi errati dell’energia.

Uno dei problemi principali che balza subito in evidenza quando le aziende intendono intervenire per ridurre i costi energetici è la scarsa disponibilità di informazioni. In sintesi, non si sa bene dove si consuma e perché. Mancando la conoscenza, non si può intervenire in modo corretto per ridurre i costi.

Mancano inoltre competenze interne all’azienda per una corretta gestione dell’energia; può quindi essere utile un supporto esterno competente che accompagni le aziende a migliorare la propria gestione energetica.

Tuttavia esiste una difficoltà diffusa a valutare le nuove offerte di fornitura e spesso cambi di fornitori non comportano reali vantaggi in termini di riduzione dei costi.

Le tecnologie di auto-generazione sono ancora scarsamente diffuse nelle aziende italiane. Rimane invece la percezione diffusa che tali interventi rappresentino oneri con scarsi benefici effettivi.

Grazie ad incentivazioni e sgravi fiscali particolarmente interessanti, si potrebbe invece trarre grande vantaggio dalla realizzazione di interventi di efficienza energetica, con l’introduzione ad esempio di impianti fotovoltaici o impianti di co-generazione; dal teleriscaldamento alla realizzazione di serre bioclimatiche.

A cura di Anna Monini

Press Office

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi