Alice Ceccomoro: impegno e tenacia le parole d’ordine per la vendita de “Il Relax”!


Alice Ceccomoro: impegno e tenacia le parole d’ordine per la vendita de “Il Relax”!

Qui Agenti , Traguardi , Vendute Mar 10, 2020 No Comments
Il 6 dicembre 2019 Great Estate ha venduto il grazioso casale “Il Relax”, situato nelle campagne che circondano il borgo umbro di Monteleone D’Orvieto, ed acquistato da una cliente internazionale gestita dalla consulente G.E. Alice Ceccomoro.
L’intervista ad Alice
  • Ciao Alice e complimenti per questo tuo recente successo! Vuoi raccontarci qualcosa della cliente che ha acquistato la proprietà conosciuta come “Il Relax”?

La nuova proprietaria de “Il Relax” è la Signora Abby Ewen. Ci ha contattati per la prima volta agli inizi di gennaio 2019, attraverso una richiesta proveniente dal nostro sito. Viene dalla Gran Bretagna ed è un IT Director.

Era alla ricerca di un casaletto che fosse ristrutturato, con o senza piscina, situato tra l’Umbria e la Toscana.

Insieme abbiamo visionato circa quattro proprietà, tra le quali appunto “Il Relax”. Quest’ultima ha sorprendentemente colpito la cliente per una serie di caratteristiche:
sicuramente il panorama offerto dalla location in cui si trova il casale, che regala un magico tramonto; il grande giardino con piscina di cui dispone l’immobile; la sua zona giorno, ampia e luminosa, nonché la vicinanza al paesino di Monteleone e ad altre proprietà, che rende il casale non isolato (clicca qui per scoprire la proprietà).
Per il momento sfrutterà “Il Relax” come casa dove trascorrere le vacanze con suo figlio. Poi forse, in futuro, vi si trasferirà definitivamente.

  • Cosa puoi raccontarci della trattativa? Come si è svolta? 

Per quello che concerne la trattativa devo ammettere che nel suo complesso si è rivelata decisamente impegnativa.
In prima battuta, tutto si è svolto in maniera facile: Nicolò Cordone, mio collega G.E. che insieme all’altro nostro collega Valter Luciani, si è occupato dell’acquisizione della proprietà e della gestione della parte venditrice, è riuscito a far accettare a quest’ultima la proposta d’acquisto presentata dalla mia cliente (leggi qui l’articolo di Nicolò e Valter).

Sfortunatamente la proprietà presentava alcune difformità che andavano regolarizzate. Il geometra della parte venditrice ci aveva assicurato che il tutto sarebbe stato sistemato entro giugno o comunque al momento dell’atto, la cui stipula, come da accordi, doveva effettuarsi entro il 30 settembre.

Tuttavia, la procedura di sanatoria ha richiesto molto più tempo del previsto, a causa di alcune problematiche e lungaggini amministrativo-burocratiche. Proprio per questo, d’accordo con le parti, si è deciso di redigere un accordo a latere al fine di estendere il termine della proposta d’acquisto. Tutto ciò ha inevitabilmente ritardato il processo di compravendita, permettendoci di ottenere l’approvazione definitiva della sanatoria solo a metà settembre.

Nel frattempo, era decorso il termine di validità della proposta d’acquisto e, per questo, abbiamo dovuto predisporre un secondo addendum e posticipare il pagamento degli oneri della sanatoria. Inoltre, considerate le esigenze dell’acquirente che intendeva concludere l’affare entro la fine del 2019, abbiamo deciso di sollevare i venditori da alcuni fondamentali adempimenti loro spettanti: in particolare la consegna della documentazione attestante la regolarità degli impianti e, di conseguenza, l’agibilità dell’immobile. Diversamente facendo avremmo perso altri mesi.

Insomma, è stato proprio così, affrontando tutta questa serie di difficoltà, che con tanta pazienza e fatica siamo finalmente riusciti a stipulare il rogito di compravendita!

Credo fermamente che questa esperienza possa servire da esempio per ribadire, ancora una volta, quanto sia importante e decisiva la presenza e la regolarità di tutta la documentazione di una proprietà, nel momento in cui si decide di metterla in vendita.
Alla fine, è andato tutto bene e gli acquirenti sono rimasti contenti ma… come detto… impegno e tenacia sono state le parole d’ordine per questa trattativa!



ARTICOLI CORRELATI:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!