La Due Diligence di una proprietà: fondamentale per il buon esito di una trattativa


La Due Diligence di una proprietà: fondamentale per il buon esito di una trattativa

Mondo Great Estate , Network Great Estate , Partner Ago 30, 2019 No Comments
Il Geometra Giulianelli, partner di servizi del gruppo Great Estate, approfondisce l’importantissimo tema legato alla redazione della Due Diligence di una proprietà: perché farla, cosa deve contenere e i rischi cui possono andare incontro le parti di una compravendita nell’ipotesi della sua mancata redazione

Nell’acquisto di un immobile sta diventando sempre più diffusa la pratica legata alla redazione, da parte di un tecnico qualificato, di una Due Diligence preventiva dello stesso.
Si tratta di una vera e propria indagine che permette di verificare, sotto ogni profilo, la regolarità dell’immobile, contribuendo così, in fase di compravendita, a velocizzare i tempi per la transazione, avendo già raccolto precedentemente tutte le informazioni utili.

La Due Diligence mira a verificare la conformità dell’immobile sotto vari aspetti, col fine di determinare un quadro della proprietà generale ed esaustivo per le parti. In particolare, l’indagine andrà a:

  • riscontrare la regolarità catastale, verificando l’esatto inserimento in mappa, la rispondenza della planimetrie allo stato reale e le informazioni riportate nella visura;
  • accertare la regolarità urbanistica dell’immobile, confrontando quanto depositato presso gli uffici comunali con lo stato reale dello stesso e valutando i vari vincoli presenti sul bene interessato;
  • verificare la situazione strutturale e impiantistica della proprietà, valutata sulla base di conformità e collaudi, appurando l’effettiva corrispondenza dello stato reale.

La completezza nascente da tale indagine permette di avere sia un quadro globale del bene immobiliare, che potrà poi essere eventualmente integrato prima della fase di compravendita, sia, quanto al venditore, la tranquillità di poter concludere la trattativa senza perdere tempo e denaro.

Tale certezza risulta determinante al fine del buon esito della trattativa. Infatti, nella maggior parte dei casi in cui la situazione urbanistica e, in generale la conformità dell’immobile, non risultano chiare, si rischia di andare incontro a penali, se non addirittura alla mancata compravendita.

Inoltre, e per quello che concerne le mie passate esperienze professionali, la mancata redazione di una Due Diligence prima del preliminare ha creato problemi anche per i nuovi proprietari, soprattutto nel caso di riscontro di irregolarità di tipo urbanistico: infatti, tali problematiche hanno comportato un inevitabile rallentamento delle successive fasi di ristrutturazione e, in molti i casi, determinato il rischio di rivalsa legale sulla parte venditrice.



Ringraziando il Geom. Giulianelli – Studio Tecnico Giulianelli-Ottaviani -, vi ricordiamo che G.E. richiede sempre la Due diligence preventiva delle proprietà ai suoi clienti venditori: un documento indispensabile per avere un quadro completo dell’immobile, nonchè per capire ed eventualmente risolvere tutte quelle possibili problematiche che poi, in fase di trattativa, potrebbero comprometterne il buon esito.


Per maggiori informazioni consulta il nostro sito o contatta la nostra sede centrale

ARTICOLI CORRELATI:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.