L’antico borgo di Montefalco: arte, storia, vini e… casale “Poggio Felice”


L’antico borgo di Montefalco: arte, storia, vini e… casale “Poggio Felice”

In Vendita , Lifestyle Nov 12, 2019 1 Comment
Conosciamo un famoso borgo umbro dalle antiche origini, Montefalco: le sue origini, i suoi vini e, perché no, un caratteristico casale situato nelle sue vicinanze.

Montefalco è uno dei luoghi più pacifici della terra, un quieto centro di arte francescana. Tutto è antico, medioevale…”

Così scriveva il famoso scrittore Herman Hesse, agli inizi del ‘900, sul suggestivo borgo umbro di Montefalco.

Inserito tra i borghi più belli d’Italia, Montefalco domina la vallata che da Perugia giunge fino a Spoleto, le piane dei fiumi Topino e Clitunno, offrendo scorci panoramici che lasciano talmente senza fiato da avergli fatto guadagnare l’appellativo di “ringhiera dell’Umbria.

La sua origine medievale è testimoniata dalle mura risalenti al ‘200, sulle quali si aprono cinque porte, i torrioni e la piazza del Comune. Visitando il centro storico di questo borgo dell’Umbria è obbligatorio fare tappa in una delle molte vinerie ed enoteche per assaporare i due vini rossi che hanno reso Montefalco famoso nel mondo: il Sagrantino di Montefalco secco, D.o.c.g., ottenuto con le sole uve sagrantino dalle quali si ottiene anche il Sagrantino Montefalco Passito D.o.c.g., e il Montefalco Rosso D.o.c., a base di uve sangiovese.

Circondato da immensi uliveti e vigneti, questo antico borgo porta ancora intatti i segni della storia e dell’arte che lo hanno visto protagonista.

Prima tra tutte la magnifica Chiesa-Museo di San Francesco, che al suo interno conserva uno dei più famosi cicli pittorici dell’arte italiana: la vita di San Francesco, divisa in venti episodi e dodici scene, dipinte nel 1452 da Benozzo Gozzoli, allievo del Beato Angelico.
Inoltre, qui è conservata una splendida Natività dipinta nel 1503 da Pietro Vannucci detto “Il Perugino”.

Per ultimo, una curiosità: il nome “Montefalco” richiama la passione per la caccia al falcone nutrita da Federico II di Svevia, che qui soggiornò intorno al 1240.

Immerso nelle colline adagiate tra questo splendido borgo e quello di Bevagna, a circa 450 m.s.l.d.m. si trova“Poggio Felice”, un antico casale elegantemente ristrutturato con l’utilizzo di materiali tipici e caratteristici, come il cotto antico e il legno di castagno. Entrando, si ha la sensazione di arrivare “a casa”: infatti, l’atmosfera che si respira è calma ed accogliente.

Questo interessante dimora offre inoltre un verde e spumeggiante giardino, ricco di un’ampia varietà di alberi da frutta, profumate piante di lavanda e di rosmarino, ed alcuni ulivi secolari. Immerso nella natura, casale “Poggio Felice”, garantisce infine un’adeguata privacy, grazie al terreno di circa un ettaro che lo circonda, dove troviamo un uliveto, un noceto, e altri alberi da frutto.
Per scoprire questo affascinante casale cliccate qui.

Volete conoscere tutte le proposte immobiliari del Gruppo Great Estate? Consultate il nostro sito o chiamate direttamente la nostra sede centrale.
Condividi su:

Chiara Peppicelli

One Comments

  1. Alan Chapprll

    Graize

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!