Stefano Calafà: l’unicità di Casale Torregentile e la forza di Great Estate


Stefano Calafà: l’unicità di Casale Torregentile e la forza di Great Estate

Network Great Estate , Qui Agenti , Vendute Ott 25, 2018 No Comments
7 Agosto 2018: grazie a Great Estate lo splendido “Casale Torregentile” nei pressi di Todi diviene la magnifica residenza di una coppia internazionale residente in Lussemburgo. Il Dott. Stefano Calafà (responsabile di “Via dei Colli immobiliare”, Agenzia Partner G.E.P. Umbria), che ha gestito la parte venditrice l’Architetto Miani (leggi qui il suo articolo), ci racconta la sua esperienza.

L’unicità di “Casale Torregentile” (clicca qui per la scheda completa dell’immobile) deriva dal connubio di elementi che difficilmente si possono trovare, tutti assieme, in una singola proprietà: una posizione fantastica, con vista da cartolina su Todi e una distanza tutto sommato breve dal paese, a meno di sette chilometri; un’estrema privacy, senza vicini troppo prossimi, ulteriormente garantita dall’ampio terreno di proprietà, di oltre quattro ettari; un’architettura tradizionale, con facciate in pietra ed elementi tipici, al contempo caratterizzata da interni in stile colonial chic e da grandi vetrate che conferiscono notevole luminosità; un estremo confort abitativo, assicurato dai più moderni accorgimenti di risparmio energetico e sostenibilità ambientale (come l’impianto fotovoltaico di 15 kw integrato a tetto, pannelli solari, riscaldamento a pavimento con pompa di calore…).

Gli acquirenti sono entrati da subito in sintonia con le caratteristiche del contesto e della casa; non solo un luogo bello, ma un luogo dove stare bene e vivere in armonia con la natura.

Hanno amato lo stile di Emanuela Miani, tanto da commissionarle un ampliamento ulteriore di oltre 130 mq, che verrà realizzato a breve, con le stesse caratteristiche della parte già esistente. Poiché in effetti la compravendita era stata subordinata alla possibilità di realizzare questo ampliamento, i permessi di costruire e le autorizzazioni dei vari enti sono stati forse la parte più complessa dell’intero processo di acquisto. Questo perché è stato necessario ottenere sia il consenso, da parte dell’ente competente, alla dismissione di un casotto in precedenza utilizzato come cisterna di accumulo, sia predisporre varie pratiche per la demolizione e la ricostruzione, in altro sito, di vari annessi agricoli inseriti all’interno della proprietà. Inoltre, nel frattempo, una pronuncia della Corte Costituzionale, cassando alcuni articoli della Legge Urbanistica della Regione Umbria, ha modificato l’iter per il deposito sismico preventivo delle strutture.

Il lavoro dell’Architetto Emanuela Miani, e del suo team di geometri e ingegneri, è stato molto preciso e rapido, permettendo di restare nei tempi inizialmente previsti per la stipula, che è avvenuta in meno di sei mesi dall’offerta di acquisto iniziale.

 

 

Come agenti immobiliari, Roberto Biggera (consulente della parte acquirente) ed io, abbiamo assistito i clienti anche in campi non strettamente legati all’acquisto, seguendoli anche nelle trattative relative alla nuova costruzione, con definizione di prezzi, tempi, materiali di finitura e stesura di contratto di appalto.

 

La capacità di riuscire ad operare trasversalmente in vari ambiti d’azione e a rapportarsi in modo informato e competente con vari professionisti è stata, anche in questo, caso un’arma vincente del gruppo 

 

Dott.Stefano Calafà

ARTICOLI CORRELATI:

Emanuela Miani: per Casale Torregentile fu subito amore

ROBERTO BIGGERA E LA VENDITA DI TORREGENTILE: LA SODDISFAZIONE DEI CLIENTI PER IL NOSTRO LAVORO

 

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.