Montepulciano in Toscana: un paese che sembra incantato


Montepulciano in Toscana: un paese che sembra incantato

Lifestyle Lug 12, 2019 No Comments
Montepulciano: storia e curiosità di un antico borgo toscano non lontano da Siena eppure ad un passo dall’Umbria

Montepulciano si trova sopra un colle, sovrastando le vallate circostanti: se raggiungerete il suo punto panoramico più alto potrete provare emozioni che tolgono il fiato e quel paese che sembra quasi fiabesco, resterà per sempre un ricordo scalfito nella memoria. Guardandovi intorno vi sembrerà infatti di fluttuare nel nulla, come se quelle mura antiche che vi circondano non facciano parte di un paese, ma escano dalla nebbia, come confini di un’isola incantata. Senza dubbio quest’antico paese è meraviglioso anche in estate, quando il sole scalda i suoi angoli più nascosti, oppure in primavera quando nell’aria si respira il profumo dei fiori e dell’erba fresca. Certo è che Montepulciano non sembra aver bisogno dell’aiuto della natura, apparendo ai vostri occhi città meravigliosa anche in inverno, quando, col freddo pungente, Piazza Grande è attraversata da pochi abitanti frettolosi o da qualche turista pronto a immortalare i suoi palazzi.
Secondo quanto narra la leggenda, Montepulciano venne fondata dal famoso Lucumone Etrusco Porsenna, per utilizzare la città come avamposto militare al centro delle mire di Siena e Firenze, con conseguenti guerre e battaglie. Tuttavia Montepulciano conoscerà il periodo di massimo splendore molto più avanti, tra il Quattrocento e il Cinquecento, quando non solo i commerci, ma anche l’arte e la cultura pervaderanno ogni angolo della città.

Sarà infatti questo il periodo non solo del grande poeta Agnolo Poliziano, che qui vide i suoi natali, ma anche di uomini di chiesa e grandi umanisti come Bartolomeo Aragazzi, segretario di Papa Martino V, nonché di grandi architetti come Antonio da Sangallo il Vecchio, Jacopo Barozzi detto Vignola, Baldassarre Peruzzi, e Ippolito Scalza che eressero sontuose dimore patrizie, splendide chiese e abbellirono diversi punti del centro urbano.

Straordinaria vista su Montepulciano da “Casale       C’era Una Volta”, proposto in vendita da Great     Estate (clicca e leggi la scheda della proprietà)

Storiche famiglie poliziane come i Nobili, i Tarugi, i Contucci, i Bellarmino, i Ricci, i Cervini, i Benci e numerose altre ancora, si stabilirono a Montepulciano donando alla città, alla Chiesa, alle lettere, alle arti e alle armi grandi personalità.

…Una curiosità sul nome “MONTEPULCIANO”…

L’ipotesi più avvalorata è quella secondo cui il nome della città trarrebbe origine dall’etrusco “purth” (si pronuncia Purz) che significa comandante, generale, condottiero, dittatore, magistrato, trasformata poi in Porsenna, che divenne il nome del lucumone di Chiusi per antonomasia.

Scorcio sul centro storico di Montepulciano da “Villa Montecavallo” in vendita con Great Estate (guarda la scheda)

Dal nome etrusco “purth” si arriverebbe quindi a Purzna fino a Pulzina, Pulizina o Pulitina. E’ in questo senso che il termine “poliziano” assumerebbe il significato di “reale”, e dunque, Montepulciano, “Monte del re” oppure “Monte di Porsenna”.
Altre ipotesi, che tuttavia restano isolate, in quanto a loro sostegno non trovano ne riscontri di tipo filologico ne  relativi reperti archeologici, riconducono le origini del nome “Montepulciano” all’epoca latina: alle pendici del colle si sarebbe infatti trovata la villa di un tale Publicio, dal cui nome potrebbe derivare Puglicianum e poi Pullicianum.

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.