Giovanni Bulgari: l’Amore per la Terra e l’Azienda “Podernuovo a Palazzone”


Giovanni Bulgari: l’Amore per la Terra e l’Azienda “Podernuovo a Palazzone”

Protagonisti Apr 24, 2018 No Comments

”Ho voluto fare con umiltà dei vini eleganti, nella diversità dei caratteri: il comune denominatore sta proprio nell’eleganza, nell’armonia e nel rispetto dell’ambiente. Uva e terra hanno sempre delle richieste specifiche, che bisogna saper interpretare e rispettare per ottenere i vini migliori”

Sono queste le parole che fanno da incipit alla presentazione dei vini di Podernuovo a Palazzone, azienda vitivinicola di Giovanni Bulgari, che da alcuni anni produce vini con passione e professionalità, vini nei quali è possibile ritrovare tutto il legame con la terra dalla quale nascono. L’azienda “Podernuovo a Palazzone” sorge tra le colline toscane che abbracciano il borgo di San Casciano dei Bagni, ed è stata acquistata grazie a Great Estate Immobiliare circa 9 anni fa. Realizzata nel 2013 per Paolo e Giovanni Bulgari, per la firma di Massimo Alvisi e Junko Kirimoto, la cantina ha ricevuto nel 2017 il noto Premio Architettura Toscana, proprio per la delicatezza ed il rispetto con cui si inserisce nel contesto paesaggistico ed ambientale che la circonda.

Qualche tempo fa avevamo incontrato Giovanni Bulgari per rivolgergli alcune domande e capire meglio come e perché è nata l’azienda “Podernuovo a Palazzone”. Vogliamo riproporvi quell’intervista.



Salve Giovanni, e grazie per averci gentilmente concesso questo spazio.
Come è nato questo progetto e perché ha deciso di dedicarsi al mondo vitivinicolo?

Fin da piccolo ho avuto un grande legame con la terra e una grande passione per la campagna e l’agricoltura. Abbiamo un terreno in Umbria, vicino Corbara, dove trascorrevo con la mia famiglia ogni momento di tempo libero. Da ragazzo ho iniziato a lavorare per Bulgari nel settore delle pietre preziose e delle materie prime ma, nonostante fosse un bel lavoro, ho sempre un po’ sofferto nel vivere lontano dalla campagna. Poi, qualche anno fa, mio padre ha comprato una proprietà in questa zona e ho scoperto questi vigneti allora abbandonati. Così è partito questo bellissimo progetto.

Quali vini producete?

Abbiamo tre etichette, tre rossi. Sotirio, Argirio e Therra. Scegliere il nome di un vino non è semplice, perché deve essere qualcosa di significativo ed evocativo, così abbiamo deciso di chiamarli “Sotirio”, come il mio bis bis nonno, capostipite della famiglia, “Argirio” dalla particolare argilla blu e argento che contraddistingue le nostre vigne e “Therra”, proprio in onore della passione per la terra che ha portato alla nascita di questo progetto.

Che tipo di vini sono?

Sotirio il vino di punta, è un Sangiovese in purezza. Un vino importante prodotto con uve di Sangiovese, un vitigno tipico di queste zone. Argirio invece è prodotto con uve Cabernet Franc, mentre Therra viene da Sangiovese, Montepulciano, Cabernet Sauvignon e Merlot. Sono tutti vini che hanno riscosso un buon apprezzamento di critica anche all’estero, soprattutto nel rapporto qualità prezzo. Ovviamente stiamo cercando di migliorarli sempre di più anche utilizzando processi di fermentazione spontanea che ci aiutano a capire e, a seguire, i tempi naturali di maturazione delle differenti uve.

Perché avete scelto la Toscana ed in particolare proprio questa zona?

Sicuramente tutto è iniziato con casualità: come dicevo, mio padre ha acquistato qui un casale e quindi sono potuto venire a conoscenza della bellezza di questa zona che io amo molto. Qui si trovano ancora aziende agricole “vere”, gestite cioè con passione e amore per la terra. Su questo modello abbiamo improntato “Podernuovo a Palazzone”, cioè sul modello di un’azienda familiare. Siamo una grande azienda, che produce vino di alta qualità puntando sul gioco di squadra, dove tutti gli operai sono importanti, dove ognuno ha un ruolo fondamentale.

 

Uno speciale ringraziamento a Giovanni Bulgari

 

Scoprite l’azienda “Podernuovo a Palazzone” visitando il sito: podernuovopalazzone.com
Condividi su:

Press Office

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.