Great Estate e Precious Villas: una promettente e virtuosa collaborazione


Great Estate e Precious Villas: una promettente e virtuosa collaborazione

Mondo Great Estate , Network Great Estate , Professionisti Lug 19, 2019 No Comments
A marzo è partita una nuova, interessantissima collaborazione nel mondo del real estate: quella tra il gruppo Great Estate e l’agenzia Precious Villas. Abbiamo intervistato la Managing Director di quest’ultima, Daniela Gisti

Salve Daniela e, innanzitutto, grazie per averci concesso parte del tuo tempo. Vuoi gentilmente raccontarci quando e come è nata la realtà immobiliare di “Preciuous Villas”?

Precious Villas nasce a Londra nel 2000 da un progetto di due italiani reduci da un’esperienza all’estero come agenti immobiliari, finanziato da un’importante impresa del nord Italia. Lo scopo era quello di selezionare e vendere immobili di prestigio ad una clientela prevalentemente straniera. All’epoca, le agenzie immobiliari locali non erano ancora specializzate in questo settore e Londra era il fulcro di tutti gli investitori che si affacciavano sul mercato. La scelta fu subito vincente!
Personalmente, sono “arrivata” nel mondo del real estate nel 2006, innamorandomi subito del progetto e del lavoro. Poi, varie vicissitudini mi hanno portato a rilevare l’attività nel 2012 insieme al brand, per continuare l’esperienza con un nuovo team e nuove affiliazioni.

Quali sono le vostre “zone d’azione” e le tipologie immobiliari che proponete al mercato degli acquirenti?

Precious Villas è un’agenzia di nicchia che da oltre 15 anni si occupa della selezione e vendita di immobili di prestigio ad una clientela prevalentemente straniera. Lavoriamo molto sulla qualità piuttosto che sulla quantità, selezionando molto accuratamente le proprietà sulle quali poi decidiamo di lavorare. Le zone dove operiamo sono quelle più richieste dalla clientela internazionale: Firenze centro e campagna, Chianti Fiorentino e Senese, la campagna di Siena, Lucca e la Versilia, e la zona del Cortonese alla quale sono anche personalmente legata. Lavoriamo su diverse tipologie di immobili, dalla casa colonica ristrutturata alla villa di lusso, dagli appartamenti nei centri storici, ai borghi e castelli, dalle aziende agricole e vitivinicole fino ai piccoli boutique hotel, agriturismi e B&B. La selezione delle proprietà avviene attraverso lo studio del tipo di immobile inserito nel contesto della zona di riferimento: gli immobili vengono valutati per location, gusto architettonico e storicità, stato di manutenzione, location e potenzialità. C’è da dire che noi stessi ci innamoriamo delle proprietà sulle quali decidiamo di lavorare per la vendita: ritengo che amare ed apprezzare queste proprietà sia una condizione imprescindibile per raggiungere il cliente giusto a cui poi venderla.

Quante persone fanno parte del vostro team, e di cosa si occupano nello specifico?

Al momento in Precious Villas lavorano 3/4 persone.
Io mi occupo sia di acquisizioni immobiliari che di gestione dei clienti acquirenti, valutazioni, strategie di marketing, assistenza pre-vendita, organizzazione in generale e pubbliche relazioni. Poi abbiamo una persona che si occupa della parte organizzativa del database, marketing e social network, e che segue i clienti acquirenti per la proposta e nell’organizzazione delle visite. Per ultimo, abbiamo un’agente esterna che si occupa delle acquisizioni soprattutto nella zona nord della Toscana e nella Versilia. Costantemente ospitiamo studenti della Business Economic School provenienti da varie parti del mondo, per stage formativi di minimo 6 mesi, offrendo loro la possibilità di affacciarsi direttamente al mercato del lavoro.

Che tipo di clientela si affida a Precious Villas?

Per quello che riguarda la clientela venditrice i nostri clienti sono prevalentemente soggetti privati interessati ad affidare la loro proprietà di prestigio ad un’agenzia selezionata e specializzata che sia in grado di valorizzare al meglio il loro bene, al fine di raggiungere il cliente ideale che potrebbe provenire da ogni parte del mondo.
Per quanto riguarda invece quella acquirente, lavoriamo molto come property finder: i nostri clienti sono prevalentemente famiglie che vogliono realizzare il sogno di avere una seconda casa in Toscana, trasferirsi o addirittura aprire un business legato all’ospitalità. Lavoriamo molto anche con clienti investitori interessati all’acquisto di progetti aziendali e commerciali specifici, quali aziende vitivinicole, borghi da ristrutturare, attività alberghiere. Gli acquirenti che si affidano a noi conoscono abbastanza bene il territorio e noi li aiutiamo a trovare l’immobile giusto, ottimizzando il loro tempo attraverso la selezione per loro conto delle migliori opportunità disponibili sul mercato. Inoltre, ci occupiamo anche della parte pre-vendita, attraverso il supporto di professionisti bilingue specializzati.

Puoi gentilmente parlarci di alcune tra le vendite di maggior successo concluse dalla vostra agenzia?

Le vendite che ricordo con maggiore emozione e amore sono due: la mia prima come titolare della mia agenzia e l’ultima. Quanto alla prima (ricordo che eravamo ancora in piena crisi economica), ho venduto ad una deliziosa famiglia russa una grande villa risalente al 1500 a Castelnuovo Berardenga, alla quale sono ancora molto legata, per un valore di 4.500.000 €. Quanto invece all’ultima vendita, la ricordo molto piacevolmente perché, oltre a piacermi l’immobile, è stata molto bella tutta la situazione che ha fatto da cornice alla vendita stessa: l’armonia e la gioia con cui, insieme ai proprietari e professionisti coinvolti, abbiamo portato a compimento, e in tempi record, la vendita di una delle più importanti ville in centro storico a Firenze, confinante con il Giardino di Boboli: una proprietà composta da 3 unità immobiliari da ristrutturare venduta per  16.000.000. €. Non meno importante e gratificante è stato il supportare dei clienti europei ma residenti in Asia, nell’acquisto recente di un casolare a Castelnuovo Berardenga, una ricerca durata oltre due anni. Infine, ricordo la soddisfazione nel seguire la vendita di un’azienda Vitivinicola in Chianti: settore di mio grande interesse per la passione che mi lega al mondo del vino, un grande tesoro per la nostra terra!

In quali circostanze hai conosciuto Great Estate?

Era il 2010, in occasione di una collaborazione nell’ambito della quale lavorammo con un allora molto giovane, Roberto Biggera. Dopodichè, non abbiamo più avuto occasione di collaborare con Great Estate fino quando, un collega e caro amico, Filippo Cori si è unito al loro gruppo.

Perché la scelta proprio del gruppo guidato da Stefano Petri per avviare una collaborazione?

Inizialmente per una semplice curiosità: avevo sentito parlare molto bene di Great Estate ma non avevo mai conosciuto personalmente ne? il Mananging Director, Stefano Petri, nè il bellissimo gruppo che lui stesso è riuscito a creare dal quel lontano 2010: Stefano ha formato non solo un magnifico e proficuo team ma, ed è la cosa per cui tutti noi professionisti del settore dovremmo ringraziarlo, ha anche partecipato alla creazione del portale “The Best Price”: uno strumento tangibile e molto dettagliato che consente in tempo reale di fare valutazioni precise, motivate ed accurate. Insomma, uno strumento che noi professionisti del settore dovremmo utilizzare per garantire un miglior servizio sia ai proprietari che affidano a noi i loro immobili che ai clienti acquirenti (per saperne di più clicca qui).
Io e Stefano condividiamo la passione per il nostro lavoro e la voglia di professionalizzarsi sempre di più. Come lui, il mio impegno è quello di formare un gruppo di professionisti selezionati: ritengo che questa sia una scelta necessaria e dovuta per garantire e tutelare il nostro lavoro.

Quali sono secondo te i punti di forza del nostro gruppo?

In primis, decisamente l’unione e l’affiatamento; poi, come già detto, “The Best Price”: uno strumento reale e professionalizzante, da utilizzare sia coi proprietari che con gli acquirenti, e che richiede a ciascun membro del team un impegno ed uno studio costanti.

Cosa ti aspetti da questa nuova collaborazione con Great Estate?

Personalmente mi aspetto di trovare ciò che ho già trovato! Vale a dire un confronto professionale ed umano tra professionisti preparati, grazie al quale avere la possibilità di accrescere le opportunità di acquisizione e di vendita di immobili, combattendo insieme il crescente fenomeno dell’improvvisazione e della conseguente scorretta competizione, fenomeno che sta imperversando nel nostro settore a discapito non solo della nostra professione, ma anche dell’economia che è in generale legata all’indotto del settore immobiliare.

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.