La seconda casa in Piemonte? Il Corriere Della Sera intervista Andrea Monti


La seconda casa in Piemonte? Il Corriere Della Sera intervista Andrea Monti

Mondo Great Estate Mar 19, 2020 No Comments
Il Corriere della Sera ha intervistato il nostro partner Andrea Monti (Gruppo Immobiliare Monti) sulla crescita del mercato immobiliare delle seconde case nel Basso Piemonte Nell’articolo, pubblicato a dicembre 2019, emergono diverse tendenze: analizziamolo insieme.

In Italia ci sono tantissimi posti in cui varrebbe la pena investire per ritagliarsi uno spazio dedicato al relax e alla vita privata, lontano dagli impegni quotidiani legati al lavoro e alle responsabilità.

Nell’ultimo anno però ad essere in cima alla lista dei luoghi desiderati del mercato è il Basso Piemonte: infatti, in base all’ultima indagine sull’andamento del settore seconde case realizzata dalla F.I.A.I.P. (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionisti) il Basso Piemonte risulta in netta ascesa rispetto alle altre location da sogno del nostro Paese.

Per spiegare questa tendenza, il Corriere della Sera ha intervistato Andrea Monti, responsabile settore Estero della F.I.A.I.P. del Piemonte e titolare del Gruppo Immobiliare Monti, partner del Network Great Estate.

Nell’articolo, Andrea commenta i dati dell’ultimo report F.I.A.I.P. dedicato all’universo delle seconde case, che vede una crescita maggiore del mercato nel Basso Piemonte rispetto alla media nazionale, con un aumento delle transazioni immobiliari che oscilla tra il 3 e il 5% rispetto al 2018.

La mappa delle ricerche si concentra tra le Langhe, dove si trovano ancora oggi le proprietà più care (in particolare nella zona di Barolo e Barbaresco) e il Monferrato: l’Acquese e il Nicese sono in assoluto le zone più ricercate.

Intervistato dal giornalista Andrea Rinaldi, Andrea Monti afferma che:

Rispetto al 2018 è cresciuto l’interesse nel Monferrato-Langhe da parte degli italiani, soprattutto milanesi o lombardi; in aumento anche i torinesi.

Resta sempre importante la quota degli stranieri: tedeschi, olandesi, svizzeri, svedesi, ma anche danesi, norvegesi, inglesi, francesi e americani.

Continuando a leggere l’articolo, Andrea si concentra sull’identikit dell’acquirente tipo, sottolineando alcuni elementi chiave:

Ad una buona capacità di acquisto, si abbina una particolare attenzione per l’italian lifestyle e una raffinata cultura.
Il cliente che vuole una seconda casa in questi luoghi del Piemonte, la cerca in zone isolate e tranquille, che tutelino la privacy, ma allo stesso tempo che non siano troppo distanti dai grandi centri urbani, dalla costa e dai principali scali aeroportuali.

Andrea precisa poi come la disponibilità di spesa cambi tra italiani e stranieri:

Se l’italiano è disposto a spendere tra i 200 e i 300 mila euro, lo straniero può investirne anche 600-700 mila.

Secondo Andrea Monti, sebbene l’acquisto di una seconda casa in Piemonte sia ancora fortemente legato alle vacanze, in alcuni casi è anche l’occasione per cambiare vita, dedicandosi ad attività imprenditoriali come strutture ricettive, centri benessere e location per discipline olistiche.
Una tendenza soprattutto straniera, che spesso si evolve in richieste provenienti direttamente da grandi società di investimento, che dimostrano interesse per l’acquisizione di aziende vitivinicole o di casali con terreni a vigna.

Sei interessato ad acquistare una magnifica proprietà in Piemonte?
Great Estate vuole proporti ora due fantastiche proprietà:

Cominciamo da un affascinante casale dal sapore tipico delle costruzioni rurali piemontesi: “Casolare Alta Langa”. Caratterizzato da ambienti interni ampi e luminosi, questo casale trova uno dei suoi principali elementi di forza nella location: infatti, dal suo giardino la vista si perde piacevolmente tra incantevoli colline, boschi, prati, fino ad arrivare alle Alpi.
Se vuoi scoprire nel dettaglio “Casolare Alta Langa” clicca qui.

 

 

 

 

La seconda proposta di Great Estate è decisamente sensazionale: “Villa Romana”, una magnifica villa in stile Liberty parzialmente ristrutturata, adagiata sulle colline dell’Alto Monferrato, zona dichiarata patrimonio UNESCO, nonché “santuario” mondiale del vino. Risalente ai primi del ‘900, questa splendida proprietà presenta elementi di notevole pregio, come alcuni affreschi, un’imponente scalinata in marmo, nonché splendide pavimentazioni originarie del ‘900. Inoltre, la villa gode di un’amena vista panoramica ed è situata a soli 12 chilometri dalla rinomata Acqui terme. Scopri di più su “Villa Romana” cliccando qui.




 

Per conoscere dettagliatamente queste e tante altre strepitose proprietà firmate Great estate visita il nostro sito o chiama subito la nostra sede centrale.
Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!