Fabio Lima e il “Perugino”: un risultato ottenuto con tenacia e impegno


Fabio Lima e il “Perugino”: un risultato ottenuto con tenacia e impegno

Network Great Estate , Qui Agenti Apr 27, 2021 No Comments
Nella vendita di casale “Il Perugino” Fabio Lima Battistini, professionista de “Via Dei Colli”, agenzia partner del Network Great Estate, ha gestito la parte acquirente. Il racconto della sua esperienza

I CLIENTI E LA RICERCA DELLA LORO PROPRIETA’ IDEALE

I clienti che hanno acquistato casale “Il Perugino” sono una coppia proveniente da Düsseldorf.
Circa un anno fa contattarono via e-mail la nostra agenzia Via dei Colli, dopo averci individuato attraverso il portale Idealista che, tra le altre, pubblicizzava una proprietà vicino a Umbertide.

Inizialmente, la loro ricerca era rivolta verso un casale con vista sul lago Trasimeno. Non riuscendo ad individuare nessuna soluzione di loro gusto, abbiamo deciso di estendere la ricerca ad altre zone dell’Umbria, e non solo … siamo arrivati a visitare casali anche nelle Marche.

Insieme abbiamo visto circa venti proprietà. Inoltre, ho personalmente organizzato anche alcune visite virtuali, registrando precedentemente dei video e inviandoli ai Signori per una previa valutazione.

LA DECISIONE DI ACQUISTARE CASALE “IL PERUGINO”

“Il Perugino” è stato l’ultimo immobile che abbiamo visitato prima della decisione finale. Il casale ha un ottimo layout interno, con un grande salone aperto e luminoso e un panorama da cartolina.

E proprio queste caratteristiche – luminosità del casale, bellezza del panorama, spazi ben pensati ed eleganza degli interni – sono state quelle che più hanno colpito Magdalene e Georg.

Inoltre, la vicinanza al centro di Perugia e alle principali vie di comunicazione è stata sicuramente un plus.

Infatti, nonostante si trovi in piena campagna, casale “Il Perugino” dista poco meno di 10 minuti dalla super strada E45, che collega l’Umbria e il centro d’Italia.

Magdalene e Georg si trasferiranno in Italia e parteciperanno attivamente alla vita culturale del Bel paese.

LA TRATTATIVA

Casale “Il Perugino” rappresentava l’ultima proprietà che i miei clienti avrebbero visitato in Italia. Infatti, dopo alcuni mesi di ricerca e ben due offerte non andate in porto, non erano più convinti di trovare il loro luogo ideale.

Appena finita la prima visita al casale, Magdalene e Georg si sono convinti abbastanza velocemente e mi hanno chiesto di presentare un’offerta congrua per la proprietà.

Quindi, abbiamo svolto alcune considerazioni sulla location, su alcuni lavori per migliorare la proprietà e sulle potenzialità del casale, e insieme abbiamo stabilito l’offerta di partenza.

In poco meno di un giorno, con la collaborazione di Tommaso Liscaio, consulente di parte venditrice, e Stefano Calafá – mio collega e titolare di Via Dei Colli -, abbiamo preparato il testo della proposta d’acquisto in italiano ed inglese. Col consenso degli acquirenti, abbiamo poi organizzato l’incontro con la parte venditrice, il Sig. Arcudi, nel quale gli abbiamo esposto la bontà dell’offerta e con cui abbiamo successivamente trattato alcuni aspetti.

Sostanzialmente, Arcudi ha subito accettato l’offerta: certo, come appena detto, c’erano degli aspetti da smussare ma, nella pratica, sia la parte venditrice che quella acquirente hanno trovato un accordo quasi immediatamente.

C’è da dire che i tempi si sono allungati perché una parte dei terreni non corrispondeva esattamente ai confini artificiali della proprietà. Per questo abbiamo dovuto organizzare una permuta con la parte venditrice e il vicino, effettuare l’inserimento in mappa della strada privata e stabilire alcune servitù di passaggio in alcune particelle altrui.

In questo frangente sono stati fondamentali sia il supporto ricevuto dal tecnico del venditore e dal notaio Migliori che, soprattutto, la disponibilità della parte venditrice e la comprensione degli acquirenti, che hanno pazientemente e fiduciosamente atteso che svolgessimo il nostro lavoro.

Durante il tempo trascorso tra l’accettazione della proposta d’acquisto e la firma del rogito, ho stabilito e mantenuto una costante comunicazione con i nuovi proprietari de “Il Perugino”, al fine di metterli in contatto con una vasta rete di fornitori e artigiani locali.

Grazie a ciò, il rapporto con loro si è trasformato da professionale ad amichevole, basato sempre sulla fiducia e sulla conoscenza reciproca creatasi durante il periodo di ricerca, trattativa e definizione del contratto di compravendita (la nostra collaborazione è iniziata nel maggio 2020 per concludersi lo scorso febbraio con la firma del rogito). Ancora oggi mi sto occupando di coordinare i vari artigiani e sento regolarmente i clienti.

CONCLUDENDO

In conclusione, voglio sottolineare di essere molto soddisfatto di questa vendita, perché ha rappresentato un risultato ottenuto con tenacia e notevole impegno.

Sono contento perché i nuovi proprietari sono una bellissima coppia che sognava di vivere in Italia ed integrarsi nella vita culturale locale, nello specifico a Perugia: io sono stato parte della realizzazione di questo loro progetto!

Per me il loro arrivo in Umbria conferma una mia ferrea convinzione:
abitare in Umbria significa
vivere in una delle regioni più belle d’Italia,
con una dimensione umana unica, ricca di storia, arte e incantevoli paesaggi.

ARTICOLI CORRELATI:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!