L’Architetto Terziani: “Great Estate? Affidabilità, professionalità e serietà”


L’Architetto Terziani: “Great Estate? Affidabilità, professionalità e serietà”

Venditori Gen 01, 2019 No Comments
Nelle settimane scorse vi abbiamo raccontato la vendita de “La Quercia Illuminata”, bellissimo casale che, grazie alla collaborazione col gruppo Great Estate, il Geom. Rocchini e l’Arch. Laura Terziani sono riusciti a vendere in pochi mesi ad una coppia anglo-olandese. Laura Terziani ci ha gentilmente concesso un’intervista
  • Ben trovata  Architetto; innanzitutto può raccontarci come è nato il progetto per la realizzazione del casale “LA QUERCIA ILLUMINATA”, che, come sappiamo, Lei ha acquistato quando era soltanto un rudere?

Il podere è stato acquistato all’inizio degli anni 2000. Si trovava in stato di abbandono da molto tempo, senza possedere una connotazione architettonica di pregio, ma con grandi potenzialità: una bella vista, un’enorme quercia secolare ed inoltre la possibilità di essere ampliato, secondo quanto previsto dalla normativa della Regione Umbria. Sfruttando tali possibilità, dal 2013 al 2015 è stato completamente ristrutturato ed ampliato, con l’uso di materiale di recupero locale per l’involucro esterno, e materiali comunque tradizionali, ma utilizzati in chiave contemporanea, per l’interno. Il progetto è stato particolarmente attento nello sposare tradizione ed innovazione non solo stilistica, ma anche tecnologica, creando un fabbricato molto performante, poiché ben isolato e dotato di fonti energetiche alternative che consentono di vivere con grande confort e consumi irrisori.

  • Alcuni mesi fa ha deciso di mettere in vendita la Sua proprietà e di contattare per questo il gruppo Great Estate. Quali sono stati i motivi di questa scelta?

Ho scelto il gruppo Great Estate perché, in precedenti rapporti, avevo già avuto modo di testare la professionalità e la loro rete di contatti, molto attiva nella promozione degli immobili, oltre ad un “modus operandi” che mi hanno resa particolarmente fiduciosa nell’affidare loro l’incarico.

  • Sappiamo che, oltre a Great Estate, Lei ha deciso di affidare l’incarico di vendita anche ad altre strutture. Secondo Lei qual è il plus di avere più strutture?

Anche se inizialmente affidare l’incarico di vendita a più agenzie può apparire la scelta migliore, nel tempo mi sono resa conto di quanto invece sia determinate ed essenziale scegliere, tra le tante, quella struttura in grado di offrire alla parte venditrice tutta una serie di servizi veramente efficaci ed efficienti, grazie ai quali raggiungere velocemente e proficuamente l’obbiettivo-vendita.

  • Durante la fase di acquisizione dell’immobile come reputa la consulenza che Le è stata offerta da Great Estate?

Alcuni aspetti molto interessanti e che qualitativamente hanno fatto la differenza, sono stati le forme di promozione e di comunicazione dell’immobile, nonché la sua pubblicizzazione, con una presentazione molto realistica in grado di rappresentare fedelmente l’immobile, valorizzandolo al massimo. Inoltre sono convinta che, oltre all’ottimo risultato conseguito in termini di qualità dell’immagine, vada aggiunto quello, assolutamente decisivo per la concretizzazione della vendita, relativo al prezzo richiesto. Tutto ciò, ha permesso di creare un forte interesse alla visita, contribuendo indubbiamente alla conclusione della vendita.

  • Sappiamo che dal conferimento dell’incarico di vendita alla sottoscrizione del preliminare sono trascorsi soltanto 5 mesi (febbraio/luglio 2018), durante i quali il gruppo G.E. ha organizzato ben 10 sopralluoghi con clienti interessati, “scovando” tra di loro quello “giusto”, che ha poi acquistato il casale al prezzo che Lei aveva condiviso con il suo agente di fiducia: un risultato veramente straordinario. Cosa pensa in merito?

Credo che questo sia possibile solo dopo anni di duro lavoro, grazie al quale Great Estate è riuscita a diventare un punto di riferimento per i clienti, in gran parte anche stranieri, che riconoscono nel gruppo una grande affidabilità, professionalità e serietà.

  • Il metodo Great Estate, ormai da tempo consolidato, si fonda sulla cosiddetta “Regola Delle Quattro V”: Valutazione, Visibilità, Verifica e Vendita. Ritiene che, nel Suo caso specifico, questa regola sia stata rispettata dal gruppo Great Estate?

Senza dubbio. Quando, con il titolare Stefano Petri, abbiamo parlato la prima volta della possibilità di mettere l’immobile sul mercato, devo dire che proprio questa regola ha rappresentato il primo aspetto sul quale è stata richiamata la mia attenzione.

  • Lei svolge la sua attività lavorativa a stretto contatto col mondo del Real Estate. Alla luce del risultato ottenuto e di quanto detto sin ora, quali ritiene siano le vere peculiarità che contraddistinguono il gruppo Great Estate dalle altre realtà del settore?

Reputo che la differenza fondamentale risieda in un approccio più professionale nell’esporre l’immobile e nel proporlo al cliente, nonché nella serie di servizi aggiuntivi che affiancano il rapporto con venditore e acquirente

  • I suoi due agenti immobiliari di fiducia sono stati Stefano Petri e Roberto Biggera; cosa può raccontarci in merito alla consulenza che Le hanno offerto?

Posso dire che sono stati sempre presenti, veloci nelle risposte e disponibili al dialogo per effettuare costantemente una verifica (la terza “V”) in merito alla correttezza dell’impostazione della strategia di vendita e al bilancio dei risultati conseguiti, durante tutto il percorso che poi ha portato alla vendita.

  • Infine, cosa può dirci dei nuovi proprietari della “Quercia illuminata”(se vuoi scoprire questa proprietà clicca qui)?

Personalmente sono felice che siano loro ad aver comprato la casa: sono persone molto carine che si sono innamorate del casale e ne hanno capito il valore. Pur essendo stranieri hanno voglia di viverla, amano la nostra terra e le nostre tradizioni.  Quindi credo che tutti noi, col loro arrivo, abbiamo acquistato qualcosa di buono. Insomma sento di lasciare la mia casa proprio in buone mani!

  • In considerazione della Sua esperienza, che possiamo sicuramente definire soddisfacente, si sentirebbe di consigliare Great Estate a tutti coloro che vogliono vendere un casale di prestigio in Umbria o in Toscana a clientela internazionale?

La risposta è implicita! Lo pensavo ancor prima che il gruppo riuscisse a vendere la mia casa! Quindi posso solo confermare l’importanza del loro apporto e della loro collaborazione per raggiungere l’obbiettivo della vendita

 


Articoli Correlati

Casale “La Quercia Illuminata”: per Great Estate una straordinaria vendita in tempi record

Stefano Petri e la vendita de “La quercia Illuminata”: orgoglio e soddisfazione

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.