Peter e Lora Gibbs: Great Estate ci ha ascoltati e capiti più di chiunque altro


Peter e Lora Gibbs: Great Estate ci ha ascoltati e capiti più di chiunque altro

Acquirenti , Clienti Mag 15, 2020 No Comments
Peter e Lora Gibbs sono i nuovi proprietari de “La Dimora Nobiliare” la splendida proprietà nei pressi di Orvieto da loro acquistata lo scorso 13 gennaio. L’intervista a Mr. Peter

“Fine Art Connoisseur, magazine dedicato a collezionisti ed appassionati d’arte, ha dedicato un interessante articolo a Peter e Lora Gibbs, nuovi proprietari de “La Dimora Nobiliare”.

Peter e Lora Gibbs assomigliano a molte altre coppie che, in base alla stagione, si spostano da una delle loro residenze principali all’altra.
Ma ciò che probabilmente li rende unici è la circostanza che tali residenze siano situate in location decisamente “inaspettate”:
Tulsa in Oklahoma e Sydney in Australia.
Entrambe le proprietà dei Gibbs sono impreziosite da importanti opere d’arte.
Peter è cresciuto in una famiglia di artisti: suo padre era un architetto, sua madre una scultrice.
Dopo gli studi di ingegneria, sin da giovane ha iniziato a collezionare quella che lui chiama “arte d’investimento”, mentre lavorava a Sydney nella sua società di software, attiva in 5 paesi.

Lo scorso dicembre Peter e Lora, insieme all’amico Royce Myers, hanno visitato “Art Basel Miami Beach”, quello che considerano il “paradiso dell’arte”.
Il trio ha trovato importanti sculture di Javier Marin e Seo Young Deo, ideali per adornare il giardino della villa che i Gibbs hanno recentemente acquistato ad Orvieto in Italia.

  • Salve Peter.
    Vorrebbe raccontarci qualcosa di Lei e di Sua moglie?

Sono nato nel Regno Unito, ma negli ultimi 30 anni ho sempre vissuto tra Sidney (Australia) e Tulsa (Stati Uniti), lavorando come manager di un’azienda di software con sede in queste due città. Mia moglie Lora è di Tulsa, e si è goduta la nostra vita passata costellata di viaggi di lavoro all’estero.

Nel 2018 sono andato in pensione e ho venduto la compagnia. Sia io che Lora desideravamo acquistare una proprietà in Europa da sfruttare per diversi mesi l’anno dato che, con questo cambiamento, i nostri ritmi di vita sono rallentati. In questo modo, avremmo potuto scoprire il Vecchio Continente più nel dettaglio ed essere anche più vicini alla mia famiglia che risiede nel Regno Unito.

  • Per quanto tempo avete cercato una proprietà in Italia? E che tipo di proprietà stavate cercando, con quali caratteristiche?

Entrambi eravamo alla ricerca di un casale tradizionale ristrutturato o di una villa con un po’ di terreno e privacy, in modo da poter ospitare sia altri membri della famiglia che i nostri amici. Per questo, la casa avrebbe dovuto avere minimo sei stanze letto, una grande piscina e, possibilmente, una bella vista sulla campagna italiana.

Nel maggio del 2019 abbiamo chiesto aiuto per la nostra ricerca ai miei due fratelli e a mia sorella che, come detto, abitano nel Regno Unito. Partendo da agenti immobiliari della zona, amicizie varie, ricerche on-line e due viaggi di circa sei settimane, abbiamo visitato 25 proprietà con questi requisiti.

Nel corso della nostra “perlustrazione” abbiamo deciso di aumentare il budget da destinare all’acquisto della nostra casa, in quanto ci avrebbe permesso di accedere a offerte più particolari: per questo, la seconda parte della nostra ricerca e delle nostre visite è stata più accurata e rivolta ad un altro target di proprietà.

A luglio abbiamo intrapreso la nostra terza “caccia alla casa”, mentre a settembre la quarta. Ed è proprio verso la fine di quest’ultima che abbiamo trovato “La Dimora Nobiliare”: è stata la sessantesima proprietà che abbiamo visitato dopo circa 4.000 km di viaggi fatti.

  • Perché avete scelto di acquistare una proprietà in Italia e, nello specifico in Umbria, vicino alla splendida Orvieto? Conoscevate già la zona? Cosa vi piace di più?

Non c’è voluto molto per decidere: per la sua cultura, il suo popolo ospitale, le bellissime città e campagne, l’Italia rappresentava esattamente il luogo dove volevamo stare. Visti i lunghi viaggi che dovremmo affrontare per arrivare in Italia, stavamo cercando qualcosa che potesse trovarsi al massimo ad un’ora e mezza dall’aeroporto di Roma Fiumicino.

Questo iniziale criterio di ricerca ci ha aiutati nel perferzionarla al meglio e nel valutare diversamente le proprietà che avevamo visto.
Per quanto riguarda la zona, ci siamo concentrati maggiormente su Todi e Orvieto perché adoriamo sia la storicità che caratterizza questi luoghi che il loro ottimo collegamento con città come Siena e Perugia, nonché appunto Roma FCO.

  • Vi siete affidati anche ad altre agenzie per la vostra ricerca?

Sì, probabilmente abbiamo iniziato con circa 6 agenzie. Poi, nel corso del tempo, dopo aver compiuto un paio di viaggi, abbiamo ridotto il numero delle stesse.

  • Come siete venuti a conoscenza di Great Estate? E come avete conosciuto Suzanne Van Ravenstein, la vostra agente di fiducia del gruppo?

Se non ricordo male siamo venuti a contatto con Great Estate tramite le nostre ricerche on-line e poi durante il nostro primo tour di viste, nel corso del quale abbiamo visionato 13 proprietà, 3 delle quali gestite da Great Estate. E’ in quell’occasione che abbiamo incontrato Suzanne per la prima volta. I nostri viaggi successivi hanno visto accrescere il nostro legame con lei, a tutto svantaggio delle altre agenzie.

Verso la fine della nostra “avventura”, Great Estate si è rivelata l’agenzia che ci ha fatto vedere il maggior numero di proprietà in linea con i nostri criteri.

  • Perché avete scelto di affidarvi a Suzanne per la vostra ricerca? Cosa ne pensate dell’esperienza avuta con la nostra agente?

Suzanne è stata fantastica. Si è sempre dimostrata costantemente disponibile, efficiente e propositiva, individuando anche ulteriori proprietà che potevano fare al caso nostro; non si stancava mai, compreso quando dovevamo visitare 8-10 proprietà in una volta sola.

Suzanne è stata anche molto brava nel risolvere ogni possibile questione o problematica emerse, dimostrando di essere una persona davvero affidabile ed attenta, senza bisogno che fossimo noi a sollecitarla.

  • Parliamo ora della splendida proprietà che avete acquistato di recente, “La Dimora Nobiliare”. Vi ricordate la vostra prima visita alla casa? Quali sono state le vostre prime impressioni a riguardo?

Certo! Più di una volta Suzanne ci aveva consigliato di visitare questa proprietà durante il nostro terzo viaggio in Italia, ma eravamo stretti nei tempi e le foto de “La Dimora Nobiliare” non ci convincevano: ci sembrava un po’ troppo formale e particolare per i nostri gusti. Tuttavia, alla fine l’abbiamo comunque visitata durante il nostro viaggio di settembre.

Abbiamo immediatamente capito che ciò che avevamo pensato guardando le foto della brochure dell’immobile fosse completamente errato: contrariamente alla nostra prima impressione, al momento della visita ci è piaciuto tutto della villa!

Molti dei casali che avevamo visto erano abbastanza bui al loro interno.

Invece, “La Dimora Nobiliare” è completamente aperta e luminosa ed offre una bellissima vista su Orvieto e sul parco che circonda la casa (clicca qui per scoprire la proprietà).

  • Cosa vi è piaciuto di più di questa proprietà?

“La Dimora Nobiliare” rispecchiava proprio ciò che stavamo cercando:

– Splendida, luminosa e spaziosa.

– Dotata di un buon numero di stanze letto, con la possibilità di ottenerne altre due nella dependance, non appena terminato il restauro.

– La vista panoramica migliore di tutta la zona.

– Giardino curato e ricco;

– La distanza ideale dall’aeroporto di Roma Fiumicino: 90 minuti d’auto.

  • Come userete la proprietà?

Siamo stati fortunati nell’aver potuto continuare ad usufruire della collaborazione del giovane custode della casa, che vive all’interno della proprietà e che già lavorava per i precedenti proprietari.
Infatti, questi ultimi avevano realizzato e mantenuto tutto il parco, così come avevano provveduto ad ogni necessità del custode. Perciò, per tutti noi la gestione della villa sarà sicuramente molto più facile e potremo ogni volta ritornare nella nostra residenza umbra in tutta tranquillità.

Lora ed io speriamo di poter trascorrere almeno tre mesi l’anno qui, alternandoli con dei viaggi in giro per l’Italia.

  • Parlando invece della trattativa, cosa ci potete dire al riguardo? Avete riscontrato qualche problematica nel corso del processo? Come valutereste la consulenza ricevuta dal Gruppo?

Il processo di compravendita è stato alquanto complicato: in parte perché ad occuparsi dei lavori è stata una delle mie ditte, e poi a causa dei vari vincoli legati ad una proprietà, come “La Dimora Nobiliare”, che vanta 300 anni di storia alle sue spalle .

Suzanne e Great Estate sono stati favolosi, fornendoci costantemente un grande supporto durante l’intero processo di compravendita: non avremmo potuto chiedere di meglio.

  • A tal proposito, cosa pensate del lavoro svolto da Suzanne? 

Semplicemente fantastico! Le saremo per sempre debitori per tutto l’aiuto che ci ha dato, dal principio della nostra ricerca all’acquisto finale, e per la sua infinita disponibilità.

Non solo, ma una volta acquistata la proprietà ci ha agevolato anche nel post-vendita, individuando le persone e gli agganci giusti per tutto ciò di cui necessitavamo.

  • Brevemente, come descrivereste la vostra esperienza di acquisto di una proprietà in Italia in collaborazione con Great Estate?

Crediamo di aver ricevuto un servizio impeccabile, saremo sempre grati sia a Suzanne che all’intero Gruppo.

  • Cosa pensate dei servizi che Great Estate offre ai suoi clienti acquirenti? In cosa differisce rispetto alle altre agenzie con cui avete collaborato, e perché?

Great Estate ci ha ascoltati e capiti più di chiunque altro. Il gruppo si è sempre dimostrato proattivo e risolutivo, qualità che molte altre agenzie normalmente non hanno.

Inoltre, Great Estate è sempre stata felice di “sgobbare” 15 ore al giorno, percorrendo centinaia di chilometri … le altre agenzie … no.

  • Raccomandereste Great Estate ad altri clienti internazionali che, come voi, vorrebbero acquistare una proprietà in Italia? Se sì, perché?

Assolutamente sì!

Great Estate ha reso il nostro processo d’acquisto, nel suo complesso, molto più semplice di quanto poteva essere.

Inoltre, ha dimostrato di gestire nel suo database immobiliare proposte molto più interessanti dei suoi competitors.

Infine, ci sentiamo anche di raccomandarne il sito internet, molto intuitivo e di facile navigazione.

Insomma, il modo in cui il Gruppo propone le varie proprietà è di gran lunga superiore rispetto a quello dei suoi competitors.

Peter Gibbs

ARTICOLI CORRELATI:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!