Suzanne Van Ravenstein: “La Dimora Nobiliare” sarà la nuova base in Europa per i Sig.ri Gibbs


Suzanne Van Ravenstein: “La Dimora Nobiliare” sarà la nuova base in Europa per i Sig.ri Gibbs

Qui Agenti Apr 02, 2020 No Comments
Lo scorso gennaio, la magnifica proprietà conosciuta col nome de “La Dimora Nobiliare” è stata venduta da Great Estate ad una coppia australiana. Oggi, attraverso le parole della consulente Suzanne Van Ravenstein, scoprirai alcuni dettagli sui clienti venditori e su quelli acquirenti, e sulla loro collaborazione col nostro gruppo

Ciao Suzanne e complimenti per questa recente ed importante vendita!
Sappiamo che tu, insieme al CEO di Great Estate Stefano Petri, ti sei impegnata nella gestione sia dei clienti acquirenti che di quelli venditori. Cominciamo da questi ultimi.

Quando ed in quali circostanze li hai conosciuti?

Ho conosciuto i venditori de “La Dimora Nobiliare”, una coppia di nazionalità olandese, nel lontano 2012, quando avevo appena cominciato a collaborare con Great Estate. Mi sono stati presentati da un amico comune, un Architetto di Orvieto. I Signori avevano appena terminato la ristrutturazione della villa. Quest’ultima era già in vendita con altre agenzie: ricordo che, in alcuni frangenti, sono state ben sette le agenzie che, contemporaneamente, ne gestivano la vendita.

Quando è iniziata la collaborazione tra i venditori ed il nostro gruppo, i principali capisaldi su cui si fonda il metodo di lavoro di Great Estate, in particolare The Best Price e Best Position, ancora non esistevano. Quindi, dopo aver sottoposto loro la mia personale valutazione della proprietà, pari a circa 2,5 milioni di euro (che i venditori non hanno ritenuto di accettare), abbiamo sottoscritto un mandato in forma libera, stabilendo un prezzo di richiesta pari a 2.950.000 €.

Durante il lungo periodo della nostra collaborazione, il prezzo di richiesta è stato via via adeguato: nel 2017 è sceso a 2.600.000 €, per arrivare poi a 2.400.000 € all’inizio del 2019: il proprietario aveva deciso di trasferirsi a Firenze, e quindi dove necessariamente vendere.

Inoltre, nel corso degli anni e di comune accordo, abbiamo deciso per un paio di volte di togliere la proprietà da qualsiasi circuito pubblicitario: la stessa era presente sul mercato ormai da troppo tempo, e questa circostanza questa ne diminuiva l’appetibilità e dunque l’interesse dei potenziali acquirenti.

Si tratta di una strategia che nel tempo è stata consigliata dal nostro gruppo, ed adottata anche per altre proprietà poi vendute (in proposito leggi gli articoli su “Il Felceto” e “Il Giardino Segreto”, nonché l’articolo dedicato a questa specifica tecnica).

Quali sono secondo te i punti di forza della proprietà?

Si tratta di una magnifica dimora con un’appassionante storia alle spalle. Una villa dallo charme esclusivo e con una vista mozzafiato sul Duomo di Orvieto: tra le proprietà che negli anni ho acquisito è stata da sempre la mia preferita! Sin dalla prima volta che l’ho visitata, mi sono subito resa conto del suo fascino speciale. Inoltre, si trova in una location comodissima, a soli sette chilometri dalla città di Orvieto e ad 8 dall’omonimo casello autostradale dell’A1 (scopri qui la proprietà).

L’indubbia bellezza, oltre a tutte queste altre peculiarità, hanno fatto sì che, nel corso degli anni, vari clienti abbiano dimostrato interesse nei confronti de “La Dimora Nobiliare”.
Tra i tanti, ricordo nel 2015 un nostro cliente italiano, seriamente interessato alla villa; tuttavia, l’anno successivo ha preferito acquistare, sempre col nostro gruppo, una grande tenuta in Toscana.

Ricordo anche una cliente cinese particolarmente interessata alla proprietà, che aveva incaricato i suoi tecnici di fiducia di effettuare una verifica. Nel corso del tempo però, si è resa conto che avrebbe preferito acquistare una proprietà con un vigneto più grande, rispetto a quello de “La Dimora Nobiliare”.

Insomma … questa proprietà nel corso del tempo è piaciuta veramente a molti clienti: gli ex proprietari hanno compiuto davvero un ottimo lavoro nel ristrutturare una dimora storica che versava in uno stato rovinoso.

E veniamo invece ai clienti acquirenti: parlaci un po’ di loro.

Ho avuto i primissimi contatti con il cliente acquirente nel maggio 2019, attraverso il portale internazionale Green Acres.
Si tratta di Mr. Peter Benedict Gibbs, imprenditore nato in Australia. Detiene una società con sedi negli U.S.A. e in Australia e ha dei fratelli che abitano in Gran Bretagna. Desiderava una residenza che fungesse da base in Europa e … ha scelto l’Italia.

Quale tipo di proprietà stavano cercando? E in quali zone? 

Insieme a sua moglie Lora, Peter stava cercando una proprietà dalle ampie dimensioni, che potesse ospitare tutta la loro famiglia (e dunque con grandi spazi comuni e almeno 6 camere). Abbiamo visionato varie proprietà, girando un po’ tutta l’Umbria e non solo: dalla zona di Todi a quella del Lago Trasimeno, fino alla Toscana e alla sua costa.
Per gli acquirenti la proprietà da acquistare doveva rispondere ad un’esigenza fondamentale: essere vicina all’aeroporto internazionale di Fiumicino.

“La Dimora Nobiliare” faceva proprio al caso loro: infatti, la sua location consente di raggiungere gli aeroporti di Roma in circa un’ora e mezza d’auto. Questa peculiarità della villa ed il suo essere una splendida residenza storica perfettamente ristrutturata, con una fantastica vista sul Duomo di Orvieto, hanno convinto gli acquirenti ad acquistarla.

“La Dimora Nobiliare” sarà la nuova base in Europa per Lora e Peter Gibbs,
e una casa per tutta la loro grande famiglia dove trascorrere le vacanze in Italia.



ARTICOLI CORRELATI:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!