Rachel Makepeace: con Great Estate ho realizzato il mio sogno italiano!


Rachel Makepeace: con Great Estate ho realizzato il mio sogno italiano!

Acquirenti , Clienti Giu 30, 2020 No Comments
Insieme a suo marito Mark, nota personalità della finanza mondiale, Rachel Makepeace nel 2016 ha acquistato una magnifica villa immersa nelle campagne che circondano il borgo di Cetona: Villa Albertella. L’abbiamo intervistata per farci raccontare come ha realizzato il suo “sogno italiano” e come ha vissuto la sua splendida proprietà durante questi quattro anni
  • Salve Rachel e grazie per la tua disponibilità. Vuoi raccontaci qualcosa di te e della tua vita?

Grazie mille a te, è un piacere poter condividere con voi il nostro sogno italiano.

Vorrei iniziare dicendo che sia io che mio marito condividiamo una forte passione: viaggiare. Siamo stati in molti, bellissimi posti in tutto il mondo, sia per lavoro che per piacere. Io sono americana, ma negli ultimi 13 anni ho sempre vissuto a Londra.

Sono affascinata dalle lingue, una passione nata in me quando ho iniziato a studiare francese a scuola, per poi proseguire, per mia scelta, con lo spagnolo. Negli ultimi 5 anni ho avuto un insegnante privato di italiano con cui ho fatto lezione due volte a settimana. Amo le lingue, e le ho amate ancor di più da quando sono riuscita a mettere in pratica le mie conoscenze direttamente in Italia.

Un’altra mia passione è lo yoga. Ormai, sono tantissimi anni che pratico vinyasa: in ogni luogo o Paese in cui ci siamo recati ho sempre cercato un posto dove si potesse praticare questa disciplina!

  • Quando avete deciso di acquistare in Italia e quali sono state le motivazioni?

Anche se tuttora dobbiamo ancora scoprire alcune delle sue bellissime regioni, prima di acquistare Villa Albertella” (scopri qui la proprietà) abbiamo viaggiato molto per l’Italia. Siamo stati sul Lago di Como, a Milano, Roma, Venezia, in costiera Amalfitana, in Sicilia ed in diverse zone della Toscana. Credo che le città in cui abbiamo soggiornato più a lungo prima del nostro acquisto siano state Firenze e Roma. Inoltre, Mark ha avuto un ufficio a Milano, quindi abbiamo trascorso molto del nostro tempo in questa città.

  • Perché alla fine avete scelto il sud della Toscana, in particolare il borgo di Cetona, come location della vostra nuova residenza?

Ci siamo completamente innamorati della Toscana sin dal primo momento in cui l’abbiamo vista.

Possedere una casa in questa regione è sempre stato uno dei miei sogni nel cassetto, ma non avrei mai pensato che si sarebbe realizzato!

Presto ci siamo resi conto che, nell’ambito di questa regione, coesistono diverse zone, ognuna con le sue caratteristiche.
Adoriamo l’intera regione: dallo spettacolare ed unico panorama della Val D’Orcia alle città di mare, dalle colline del Chianti fino al cuore storico di Firenze.

Quindi, visto che ci piaceva tutto di questa regione, è stato abbastanza difficile ridurre la lista dei luoghi dove ci sarebbe piaciuto abitare.
Uno dei criteri per noi più importanti nella scelta della location della nostra nuova casa, era che la stessa non distasse più di due ore da un aeroporto internazionale, in modo che Mark fosse agevolato nei suoi spostamenti e viaggi di lavoro.

Per questo, abbiamo iniziato a concentrarci maggiormente sul sud della Toscana. Inoltre, visto che preferivamo una zona collinare, questa zona faceva proprio al caso nostro.

Quando la nostra carissima consulente Chiara ci ha portati per la prima volta a Cetona, abbiamo immediatamente capito di aver trovato il gioiello nascosto che stavamo cercando.

Certo, la bellezza del luogo è stata sicuramente ciò che ci ha attratti da subito, ma lo stesso si può dire anche delle sensazioni che abbiamo provato una volta entrati nel centro storico: quell’adorabile senso di comunità che abbiamo respirato sin dal primo giorno in cui siamo arrivati.
Un’ulteriore peculiarità che ci ha fatto amare da subito Cetona è il fatto che il paese risulta comunque nascosto rispetto all’autostrada.

  • In quali circostanze avete conosciuto il gruppo Great Estate?

Quando abbiamo iniziato la nostra ricerca mi sono subito affidata al portale italiano “Immobiliare.it” che racchiude la maggior parte degli annunci immobiliari italiani, un qualcosa di simile a ciò che Right-move rappresenta per l’Inghilterra.

E’ attraverso questo portale che ho scoperto anche Great Estate: rispetto a tutte le altre agenzie, il gruppo offriva la qualità migliore e la più ampia gamma di proposte immobiliari.

  • Cosa puoi dirci in merito al rapporto professionale con Chiara Pompili, la vostra consulente di fiducia?
    Tu e Mark vi siete sentiti ben supportati ed assistiti da Chiara durante l’intera procedura d’acquisto?

Chiara è una consulente fenomenale: molto professionale ed innamorata di ciò che fa.

Ci siamo intesi da subito, sin dal primo momento. Chiara è di Chiusi, un paese vicino a Cetona, ed è stata in grado di spiegarci e “raccontarci” ogni singolo aspetto della zona. Per lei è stato fondamentale poterci presentare diverse proprietà e location: questo ci ha permesso di prendere una decisione veramente ponderata.

Comprare una casa è un’emozione forte ma anche complicata per chi, come noi, proviene da un altro stato. Al tempo, il mio livello di italiano era molto inferiore all’attuale. L’inglese di Chiara si è rivelato essere davvero d’aiuto: ci ha aiutati a capire il processo d’acquisto in Italia.
Chiara ci ha supportati durante l’intero percorso ma, non è tutto! Il suo supporto è andato anche oltre: è stata presente e disponibile per noi anche dopo la compravendita e per qualsiasi altra cosa per cui ci servisse una mano.

  • Siamo a conoscenza della circostanza che la proprietà inizialmente di vostro interesse era un fantastico casale, confinante con “Villa Albertella”, che, tuttavia, non siete riusciti ad acquistare.
    Puoi raccontarci come si è svolta esattamente la vicenda?
    Quali sono stati i tuoi/vostri pensieri quando avete “perso” la prima proprietà?

Sì, la casa che inizialmente aveva suscitato il nostro interesse era assolutamente bellissima. Si trova lungo la stessa via di “Villa Albertella”. La visitammo un paio di volte e pensammo seriamente che sarebbe stato il posto ideale per noi. Poi, partimmo per le vacanze pensando che sarebbe rimasta sul mercato ancora per un po’, senza avvertire l’urgenza che ci dovessimo immediatamente mobilitare per acquistarla.

Qualche tempo dopo, mi ricordo che Chiara ci inviò un messaggio informandoci che un cliente internazionale era arrivato improvvisamente in Italia e, di punto in bianco, aveva presentato un’offerta per quell’immobile, offerta poi accettata dai venditori.

Rimanemmo veramente abbattuti dopo questa notizia. Tuttavia, pensammo che … se le cose accadono … c’è una ragione!

Uno degli aspetti positivi di tutta questa situazione è stato il fatto che ci fossimo decisi! Adesso sapevamo ciò che volevamo: una casa sulle colline cetonesi, nella zona Belvedere!

  • Ricapitolando quindi, una volta che la proprietà inizialmente di vostro interesse è stata acquistata da altri clienti, il gruppo Great Estate è riuscito comunque ad individuarne un’altra, giusta per voi, Villa Albertella” appunto.
    Cosa avete provato quando avete visto la villa per la prima volta?

Una volta di ritorno dalle nostre ferie, rientrammo in Italia per cercare altre proprietà con Chiara. Ci comunicò che una sua collega si stava informando per noi in merito ad altre ville situate in zona Belvedere, tentando di capire se ci fosse qualche proprietario interessato a vendere.

In seguito, l’ex proprietaria di “Villa Albertella” comunicò loro che stava pensando di metterla in vendita già da un po’, ma senza ancora aver concretizzato nulla.
Una volta a conoscenza della nostra storia, ci concesse subito una visita in esclusiva. La Signora stabilì il prezzo, dicendo a Chiara che le avrebbe concesso un mese di tempo per chiudere l’affare.

Mentre stavamo percorrendo il lungo viale alberato che porta alla villa, guardai Mark e gli dissi: “ECCOLA”!

Giustamente Mark, in quell’esatto momento mi rivolse un sorriso un po’ incerto, come a farmi intendere che, forse, la mia affermazione era stata un po’ troppo prematura.

Una volta al cancello ci guardammo attorno, per poi scoprire la meravigliosa vista su Cetona: l’espressione negli occhi di Mark era quella di chi aveva già comprato quella proprietà!

  • Puoi raccontarci come si è svolta la trattativa per l’acquisto?

Great Estate informò la proprietaria su quello che era il mercato allora corrente per proprietà come “Villa Albertella”; dal canto suo, la Signora stabilì un prezzo davvero corretto. Data l’eccezionalità di questa vendita, il prezzo non era negoziabile.

  • Sappiamo che in questi 4 anni avete ristrutturato la villa e che, nel corso degli stessi l’avete vissuta e la state vivendo con grande entusiasmo. Puoi raccontarci cosa rappresenta oggi questa bellissima proprietà per te e Mark?

Questa è la nostra RESIDENZA DI FAMIGLIA. Mark ha tre figli adorabili che abitano sparsi in tutto il mondo. Volevamo un posto dove potessimo ritrovarci tutti insieme e condividere momenti speciali. Inoltre, la villa è anche un punto di incontro strategico per tutti i nostri parenti ed amici.

Volevamo ristrutturare la villa in modo che l’intera proprietà rispecchiasse appieno i nostri gusti, senza però andare ad intaccare le strutture esistenti. Volevamo che fosse autentica, ma anche più moderna.

E fu così che Great Estate ci consigliò “Emanuela Miani Design”, l’azienda che poi si è occupata di tutti i lavori. Emanuela e suo figlio Nathan hanno realizzato un lavoro impeccabile, contattando anche le migliori ditte al fine di concludere i lavori entro i termini previsti.

Sono stati capaci di capire cosa ci potesse piacere e cosa meno, suggerendoci anche degli accorgimenti cui noi non avevamo minimamente pensato prima. Durante i lavori abbiamo stretto un bel rapporto di amicizia con loro, un aspetto questo che la dice lunga, considerato il forte stress che solitamente accompagna la particolare fase della ristrutturazione di un immobile.

Attualmente, entrambi sono miei partner in Hidden Hills SRL”, un’azienda che abbiamo fondato nel 2017 e che si occupa di comprare, restaurare e rivendere proprietà tra la Toscana e l’Umbria.

  • La scorsa estate tu e tuo marito avete voluto rinnovare le vostre promesse di matrimonio organizzando un magnifico party che ha visto come location proprio la vostra fantastica villa.
    Vuoi raccontarci come hai organizzato la serata e cosa hai vissuto e provato in quel giorno così speciale?

Quella festa è stata una delle migliori che io ricordi!
I figli di Mark sono stati parte integrante della cerimonia e dei festeggiamenti, che abbiamo condiviso con circa un centinaio di ospiti, tra parenti e amici provenienti da ogni parte del mondo per stare con noi.

Il nostro primo grande party alla villa che, devo ammetter è stato molto più di un semplice successo! Abbiamo ballato fino alle 04.00 di mattina. È stato un momento fortemente emozionante per noi, proprio perché siamo riusciti a condividere questo nostro sogno con amici e parenti.

Sfortunatamente, mio padre era malato e dunque non ci ha potuto raggiungere dalla California.
Tuttavia, questa circostanza ci ha fornito la scusa per organizzare, nel prossimo futuro, un’altra festa simile, cosicché anche lui possa essere presente e festeggiare con noi!

Ricordo che fui messa in contatto con una fantastica professionista di Firenze, Valentina Moneglia, una famosa wedding planner che lavora soprattutto in Toscana: lei si occupò dell’organizzazione della serata. Di solito organizza solo matrimoni, ma dopo una video chiamata riuscimmo subito ad accordarci e lei accettò di occuparsi della festa.

Sia lei che il suo team hanno svolto un lavoro perfetto, dando vita ad una festa spettacolare ed a un ricordo che è e resterà indelebile: ci hanno offerto il meglio tra i servizi di catering, band musicali, d.j., fiori … e potrei continuare ancora un bel po’!

Un altro aspetto che ha reso quella serata speciale è stata la circostanza che, sia gli amici che ci siamo fatti a Cetona e dintorni che in Great Estate, fossero lì con tutti noi a festeggiare. Questi ultimi, sono un gruppo di professionisti e persone davvero fantastici, e siamo felici di poterli chiamare “amici”.

  • Oltre alla vostra splendida villa, Great Estate è riuscita a trovare per voi anche le persone adatte per occuparsi della gestione e della manutenzione della stessa: Stefano e Giorgia.
    Cosa pensate di queste persone e della presentazione che ve n’è stata offerta da Great Estate?

Devo dire che, tra tutte le fortune che abbiamo avuto, Giorgia e Stefano sono stati quella più grande: abbiamo incontrato due tra le persone più adorabili, fidate e genuine cui poter affidare la villa in nostra assenza.
È così bello poter lasciare “Villa Albertella” sapendo che verrà comunque accudita da Stefano e Giorgia. Anche loro sono diventati parte della nostra famiglia, tutti li adorano! Credo che non sia così scontato riuscire a trovare persone di questo tipo, né creare con esse un legame del genere!

Stefano Petri, il CEO di Great Estate, conosceva Stefano sin da quando erano piccoli: praticamente sono cresciuti insieme. Ed è stato proprio Stefano Petri a raccomandarci Giorgia e Stefano, parlando di loro in modo così positivo da convincerci subito a fissare un appuntamento per conoscerli. Purtroppo, Mark non poté essere presente quel giorno, incontrandoli perciò il giorno successivo.
Giorgia si diverte spesso a ripetermi che fu proprio Mark a riuscire a convincerla a venire alla villa! Spero che scherzi …

  • A distanza di vari anni, credete che Great Estate vi abbia supportato nel modo migliore, correttamente ed efficientemente nell’acquisto della vostra proprietà in Toscana? Ritenete che taluni servizi e/o prodotti offerti dal nostro gruppo possano essere migliorati? Se sì, quali?

Great Estate non avrebbe potuto fare di meglio in termini di servizi offerti: la qualità degli stessi è già al massimo. Non si sono mai limitati a venderci semplicemente la casa, ma ci hanno supportato nel renderla proprio “la nostra casa“.

  • Vogliamo concludere questa piacevole intervista chiedendoti … alla luce della tua esperienza, perché un cliente internazionale dovrebbe investire ora in Italia e, nello specifico, nelle campagne di Cetona e in quelle circostanti?

Anche per me è stato un piacere parlare con voi.

Queste sono due grandi domande alle quali sono felice di rispondere.

L’Italia è il Paese più bello nel quale ho avuto il piacere di essere stata. Non saprei come poter parlare della meravigliosa cultura, gente, cibo e panorami italiani, senza correre il rischio di sminuirli.

Investire in Italia significa investire in uno stile di vita che attrae continuamente persone da ogni parte del mondo.

Cetona poi è un posto davvero speciale.

Le persone sono ospitali, amichevoli e ci hanno accolto a braccia aperte. Anche i paesi vicini sono bellissimi. Abbiamo amici, acquirenti internazionali che, come noi, hanno comprato in questa zona e l’amano profondamente. Inoltre, Cetona si trova praticamente a metà strada tra Firenze e Roma, permettendo così di organizzare facilmente delle gite fuori porta, alla scoperta di questi capolavori della cultura italiana.

Ritengo che, la circostanza di trovarsi ad una distanza ragionevole da un aeroporto internazionale (nel caso di Cetona, l’aeroporto di Fiumicino dista appena circa 140 chilometri), possa facilmente permettere ad una persona (un acquirente) proveniente dall’estero, di raggiungere agevolmente la propria nuova abitazione, sia per un semplice fine settimana, che per un periodo più lungo.

Un ringraziamento davvero speciale a Rachel Makepeace

ARTICOLI CORRELATI:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!