Nadia Aron: “La ricompensa più grande del mio lavoro? Leggere la gratitudine negli occhi dei miei clienti”


Nadia Aron: “La ricompensa più grande del mio lavoro? Leggere la gratitudine negli occhi dei miei clienti”

Our Agents , Sold Mar 02, 2021 No Comments

Continuiamo il racconto delle vendite ufficializzate da Great Estate nel dicembre 2020 con quello di casale “C’era Una Volta”: magnifica proprietà situata nei dintorni di Montepulciano, in Toscana, acquistata da una coppia tedesca gestita da Nadia Aron, responsabile del mercato acquirente tedesco di Great Estate, nonché titolare di Italia Immobilien.
Oggi per te l’intervista a Nadia
.

  • Ciao Nadia. Proprio come accaduto l’anno scorso, con la vendita di casale “La Terrazza”, lo scorso dicembre la collaborazione vincente tra te e i professionisti di Rolling Hills ha permesso la realizzazione di un altro grandioso obiettivo: la vendita di casale “C’era Una Volta”!
    Per cominciare, vuoi parlarci dei nuovi proprietari di questo splendido casale? Quando e come li hai conosciuti? 

Michael e Britta provengono da Dortmund, in Germania. Sono dei cari amici di altri clienti tedeschi che hanno acquistato con il nostro gruppo, che lo scorso maggio hanno acquistato casale “La Terrazza” a Torrita di Siena dopo averlo visto per la prima volta tramite una videochiamata con Face Time, ricordi? (leggi qui la loro intervista).

Bene. Sapendo che anche Michael e Britta stavano cercando una proprietà in Italia, Arlette e Stephen K. gli hanno parlato del mio lavoro e … il gioco è stato fatto!

  • Quale proprietà stavano cercando? E in quali zone?

Erano alla ricerca della di una bella proprietà che rispondesse alle loro aspettative e che fosse adeguata al loro stile di vita. Michael e Britta hanno due bellissime figlie che ovviamente hanno influenzato sia la scelta delle caratteristiche che, soprattutto, della location che la proprietà da acquistare avrebbe dovuto possedere: quest’ultima doveva essere luminosa, infondere grande armonia, e vicina a località “vive” del centro Italia, con vari negozi, ristoranti, locali …

  • Avete visto molte proprietà insieme?

Sì, effettivamente è stata una ricerca abbastanza articolata: da Acquasparta a Todi in Umbria, fino a Siena e … Montepulciano in Toscana. Tuttavia, una circostanza si è rivelata veramente interessante: più cercavamo insieme la loro proprietà ideale, più tutti noi ci rendevamo sempre più conto di ciò che i clienti volevano e di ciò che NON volevano.

Devo ammettere che questo processo è stato molto utile per individuare la proprietà giusta per loro e raggiungere l’obiettivo vendita.

Guarda, eravamo vicinissimi all’acquisto ed erano due le proprietà in ballo: “C’era Una Volta” a Montepulciano e “Montevolparo” nei pressi di Todi.
Alla fine, la scelta è stata affidata più che altro … alle nuove generazioni! Infatti, le figlie di Michael e Britta hanno optato per “C’era Una Volta” proprio perché, oltre alla sua indubbia bellezza, dista pochissimi minuti dallo stupendo centro storico di Montepulciano, molto noto a livello internazionale e frequentato da turisti di tutto il mondo.

  • Come sfrutteranno la loro nuova proprietà in futuro?

Per un primo periodo sarà la loro casa-vacanza. Poi Michael ha espresso la volontà di passare in futuro molto più tempo a Montepulciano e, forse, prendere la residenza in Italia, ovviamente a casale “C’era Una Volta”.

  • Nadia, vorresti raccontarci i momenti più salienti della trattativa?

La trattativa è stata relativamente breve: infatti, ai clienti sono bastati due sopralluoghi a “C’era Una Volta” per conoscere bene questa proprietà.
Senza dubbio è servito più tempo affinché tutta la famiglia maturasse la decisione definitiva di acquistare proprio questa proprietà. A tal proposito, personalmente ritengo che le giovani generazioni a volte dimostrano molta saggezza e buon gusto nelle decisioni!

Gli acquirenti hanno deciso di offrire un prezzo leggermente inferiore rispetto a quello di richiesta e … l’accordo con il venditore è stato raggiunto!

Relativamente al casale, c’erano delle piccole difformità dal punto di vista tecnico-urbanistico.

Tuttavia, grazie all’importante lavoro svolto dal collega Alberto Zarro (della nostra agenzia partner Rolling Hills), in collaborazione con il tecnico dei proprietari, siamo riusciti ad arrivare, come si suole dire, just in time, al giorno fissato per la firma del rogito notarile con tutti i documenti in regola.

  • Per concludere Nadia, sei felice e soddisfatta del risultato conseguito? E … perché?

Ovviamente, una trattativa andata a buon fine, con la soddisfazione vera e sincera del cliente, è sempre motivo di grande orgoglio e di felicità (non solo dei clienti ma anche mia)!

Svolgo la maggior parte del mio lavoro da sola: dalla ricerca delle proprietà più giuste per i clienti, all’impegno costante nel cercare di comprendere fino in fondo le loro esigenze e loro i gusti. Spesso, accade che per un dettaglio l’immobile non si dimostra essere quello giusto: di conseguenza … devo ricominciare tutto dall’inizio!

Poi però, quando il cliente ti dice:

… grazie per quello che hai fatto … era la proprietà giusta per noi … ora tutta la mia famiglia è veramente felice …

beh, quello per me è il momento più bello ed emozionante di tutto il percorso svolto con i clienti, che mi ripaga di tutti gli sforzi fatti.

La ricompensa più grande a fronte del mio lavoro e del mio impegno è la gratitudine che riesco a leggere negli occhi, più che nelle parole, dei clienti che, in me e nel mio lavoro, ripongono enormi aspettative, nonché forti emozioni.

Acquistare una casa, una villa in Italia, non significa semplicemente acquistare un immobile e, con esso, un luogo dove abitare fisicamente: ma … anche un luogo dove abiteranno la tua anima e le tue emozioni.

Per questo mi sento particolarmente responsabile nei confronti dei clienti nel presentargli le proprietà più in linea con i loro gusti e le loro esigenze, e credo che loro siano in grado di percepire questa mia attitudine, riponendo in me grande fiducia, lasciandosi così consigliare con tranquillità e serenità.

ARTICOLI CORRELATI:

Share on:

Chiara Peppicelli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: Content is protected !!