Luca Bonifaci e Rebhomes: gli ottimi risultati del 2018


Luca Bonifaci e Rebhomes: gli ottimi risultati del 2018

Mondo Great Estate , Network Great Estate Apr 04, 2019 No Comments
Abbiamo incontrato il Dott. Luca Bonifaci, titolare dell’agenzia “Rebhomes”, responsabile per Great Estate delle zone di Roma e della Sardegna, per conoscere gli obbiettivi e risultati raggiunti nel 2018

Ciao Luca.
Innanzitutto, vuoi renderci partecipe di come si è sviluppata la tua esperienza col Gruppo Great Estate nel corso degli anni? Quando è iniziata la vostra collaborazione?

Bèh, diciamo che ho iniziato a fare l’agente immobiliare proprio con Great Estate. Nel 2012 ho deciso di cambiare lavoro e di dedicarmi a quest’attività e, conoscendo Stefano Petri, il gruppo Great Estate e la loro voglia di crescere e di espandersi anche in Sardegna, abbiamo iniziato a collaborare.

Quali sono le zone d’Italia di cui sei attualmente responsabile per Great Estate?

Mi occupo del nord Sardegna e di Roma. Nel 2017 la mia agenzia ha assunto la denominazione Rebhomes ed abbiamo aperto un ufficio a Porto Rotondo (Olbia) ed un uno a Roma nel quartiere Prati.

In “REBHOMES” ci sono stati dei cambiamenti interni alla struttura durante il 2018?

Diciamo che ogni anno cerchiamo di fare qualcosa di nuovo e, essendo una realtà nata da pochi anni, abbiamo sempre qualcosa da migliorare. Oltre a me e mia moglie, Ughetta Iaculli, responsabile della parte marketing, è entrata a far parte del nostro team Roberta Mennuno. Roberta svolge questo lavoro da molti anni in realtà metropolitane, ed essendosi trasferita in da Milano in Sardegna, le nostre strade si sono incrociate. Ora si occupa dell’ufficio di Porto Rotondo.

La Sardegna da sempre rappresenta una zona particolarmente bella e lussuosa d’Italia, vista spesso come località di vacanza.
Quali ritieni siano le migliori zone dell’isola in cui investire?

Con la crisi del mercato immobiliare degli anni passati, i prezzi si sono notevolmente ridimensionati un po’ ovunque, perciò acquistare in questo momento è sicuramente conveniente, a patto di trovare gli immobili al giusto prezzo. Si possono fare buoni affari soprattutto sui tagli grandi: ville vicino al mare o case in campagna. Io consiglio sempre le zone non troppo lontane dall’aeroporto o dal porto e con qualche caratteristica particolare, come la vista mare o la vicinanza al mare. In questo periodo storico, la qualità del prodotto che si va ad acquistare è fondamentale per veder accrescere in futuro l’investimento fatto. 

I vostri clienti scelgono la Sardegna principalmente per acquistare seconde case? E quali sono i “clienti-tipo” che si rivolgono a voi?

Sì, i clienti sono in maggioranza turisti che acquistano o vendono seconde case, anche se sono in aumento quei turisti che comunque si vogliono trasferire in Sardegna per vivere e cercano case in campagna ma non troppo distanti dal mare.

Da quali paesi arrivano principalmente i clienti acquirenti?

La maggioranza è ancora di nazionalità italiana, però ormai una buona fetta è costituita da stranieri, in particolare svizzeri, russi, inglesi, tedeschi, norvegesi, svedesi, americani, francesi. Soprattutto in alcune zone, la presenza straniera è preponderante e per le zone più lussuose, come Porto Cervo e Porto Rotondo, gli acquirenti più facoltosi sono solitamente stranieri.

Quanti sono stati i clienti generati dalle varie forme di pubblicità e di visibilità strutturate dal gruppo Great Estate?

Durante il 2018, grazie a Great Estate, sono stati generati ben 137 clienti, dei quali 126 potenziali acquirenti.

E veniamo a Roma: qual è stato l’andamento del mercato immobiliare nella Capitale? Cosa puoi dirci della clientela acquirente?

Roma è un mercato prevalentemente prima casa, con volumi e prezzi, ma sono numerosi gli acquisti effettuati da stranieri e italiani per investimento, e da stranieri come case per le vacanze. Poi è molto diffuso anche l’acquisto da parte di studenti (tramite la famiglia): visti gli alti costi per l’affitto di stanze, spesso chi può, opta per l’acquisto in zone centrali e semi centrali, vicine alle università.

Luca, come si è chiuso il 2018 per “Rebhomes”: il gruppo è soddisfatto?

Sì, siamo molto soddisfatti: è stato un anno molto positivo per noi, sia in termini di vendite effettuate che di controvalore degli immobili intermediati. Nel 2018 abbiamo più che raddoppiato la produzione ed il numero di transazioni effettuate nel 2017. Per un’agenzia “giovane” come la nostra, è importante crescere rapidamente e nel 2018 possiamo dire di esser cresciuti tanto.

Bene allora! Puoi dirci quali sono state le vendite concluse l’anno scorso e quali le proprietà vendute?

Abbiamo venduto immobili con caratteristiche e prezzi molto diversi tra loro: dalle case in centro a Roma a piccoli appartamenti al mare. In particolare, abbiamo venduto una villa a Porto Cervo a dei clienti svizzeri, a prezzo pieno per i proprietari e con piena soddisfazione di tutte le parti. Altra transazione molto importante, un bellissimo appartamento di 150 mq nel centro storico di Roma, con splendida vista sul Tevere, venduto in soli 3 giorni al prezzo richiesto dai proprietari. Per far capire la bontà del metodo, abbiamo venduto in soli due mesi un attico a Porto Rotondo, presente sul mercato da oltre tre anni senza risultati. Abbiamo avuto anche transazioni più “complicate”, come un appartamento nel centro di Roma, a Testaccio, che ha richiesto molto tempo, ma che alla fine ha trovato il suo acquirente, anche grazie alla fiducia che il venditore ha sempre riposto in noi ed alle continue comunicazioni e rendicontazioni nei suoi confronti. Sono poi numerosi i piccoli appartamenti con vista mare e spiaggia, in residence di pregio che abbiamo venduto nel corso dell’anno, così come alcuni appartamenti residenziali di clienti fidelizzati che hanno affidato a noi la vendita degli stessi.

previous arrow
next arrow

Per concludere Luca, ti reputi soddisfatto dei risultati sin qui raggiunti grazie alla collaborazione con Great Estate? E come immagini questo rapporto professionale nel prossimo futuro?

Il rapporto è ormai consolidato nel tempo e c’è sempre la volontà da parte di tutti di migliorarsi, anno dopo anno. Nel 2018 le cose fatte da Great Estate sono state tante: dal nuovo sito web ai nuovi professionisti che si sono aggiunti al gruppo, dai servizi offerti, tra cui spicca quello di Home Staging, fino agli importantissimi strumenti informatici di supporto e valutazione: il software “The Best Price per la valutazione immobiliare, come già detto in precedenza, fornisce risultati molto attendibili sul corretto valore di stima di ogni singola proprietà, aiutando noi agenti ed i proprietari a determinare il corretto prezzo di mercato.
Per il futuro mi aspetto da Stefano Petri quello che ha sempre fatto: lavorare ogni giorno per migliorare la sua “creatura” accogliendo le novità che la tecnologia ed il mercato ci propongono.

… Un buon motivo per scegliere il Gruppo Great Estate!

Per quanto riguarda i clienti venditori, sicuramente la metodologia di lavoro di Great Estate rappresenta una garanzia di qualità e risultato. In particolare, porrei l’accento su due punti.
In primo luogo sulla possibilità di pubblicizzare il proprio immobile con un piano marketing internazionale (in proposito, leggi qui il nostro articolo), difficilmente raggiungibile da altri network; in secondo luogo sul sistema di valutazione “The Best Price”, che utilizziamo per valutare gli immobili sulla base degli effettivi dati di compravendita registrati: ciò consente di non far perdere tempo al cliente venditore con stime sbagliate e che fanno perdere mesi o anni in attesa del cliente che mai arriverà, perché si è sbagliato il prezzo di ingresso sul mercato.

Un ringraziamento speciale al Dott. Luca Bonifaci e a tutto lo staff di Rebhomes

Articoli Correlati:

Condividi su:

Chiara Peppicelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.